Il Perchè di questo blog

Ho iniziato questo blog perchè, solo per scrivere queste prime righe di presentazione, ho battuto e cancellato la frase almeno cinque volte.

Sono una pseudoscrittrice fuori allenamento. E’ da un pezzo che non scrivo. La ruotina del mio Animaletto-nel-cervello (il criceto schizofrenico di nome Forrest del titolo) è assolutamente arrugginita, inchiodata, cristallizzata… FERMA.
Non scrivo e mi è pure sparito il calletto sul dito medio della mano destra, quello provocato dalla scrittura manuale, quella con la penna a sfera, rigorosamente BIC, con la punta grossa. Era un calletto che avevo messo su alle elementari, lo avevo coltivato durante tutte le scuole medie, lo avevo amorevolmente concimato per tutte le superiori, poi è arrivato il pc. Ho cominciato a scrivere con quello e ci ho guadagnato la perdita del calletto e di tre diottrie. Guardare un monitor peggiora la vista, a dispetto di qualsiasi pausa ricorrente consigliata.
Era un computer IBM, regalatomi dai miei per scrivere la tesina di quinta superiore (Italo Svevo, me lo ricordo ancora). Solo che insieme alla meraviglia di word è arrivata anche la meraviglia dei videogiochi, poi col tempo la meraviglia di internet, poi col tempo la meraviglia dei social network. Poi è arrivato il lavoro ed è tornato Word e gli altri regali del pacchetto Office (beh, se è un pacchetto, dentro conterrà regali no? ah, no, le versioni gratuite durano 60 giorni. ok), ma insieme ad esso non è tornata la scrittura creativa.
Per quanto io sia una persona con una discreta fantasia, dover sfornare serialmente delle lettere commerciali sembra aver abraso, come una pietra pomice, l’area segreta del mio cervello deputata alla scrittura “creativa”, intesa come ideazione e narrazione di eventi. Solo che il Dr .Scholl non ha ancora inventato una crema per il cervello screpolato.
Il mio buon proposito per quest’anno (in un certo senso, il dopo-ferie può essere inteso come l’inizio di un nuovo anno; perlomeno, questa è la mia sensazione, forse legata ancora ai ricordi degli inizi delle scuole), è quello di rimettere un po’ in forma il muscoletto magico del mio cervello che mi faceva immaginare mondi alla Tolkien, intrecci alla Beautiful (è solo una citazione, non l’ho mai guardato) e un criceto di nome Forrest che fa girare la ruotina nel mio cranio.
Quindi, prima di rimettere mano su idee da trasformare in libri o racconti, ho deciso di aprire un blog per riallenare la scrittura, e scrivere quanto più frequentemente possibile, su un dato argomento.
Aspetta.
Di cosa scriverò?
Dunque, mi piacciono i cani… l’Irlanda… i videogiochi… i libri… la musica… le cose buffe… la fotografia…
D’oh. (mi piacciono i Simpson..)
Sembra che per ognuno di questi temi vi siano migliaia di blog, siti, pubblicazioni ben specializzate, con altrettante migliaia di fan e seguaci.
Quindi, dopo lunga e laboriosa meditazione, ho optato per la soluzione numero uno delle due che motivano una persona a scrivere.
Uno: scrivere per se stessi;
Due: scrivere per gli altri.
In realtà l’opzione Due è sempre una copertura della prima. Chiunque scriva, scrive per se stesso. Una sorgente non dona acqua affinchè qualcuno la beva. La butta fuori comunque perchè la pressione è tale che on può più trattenerla. Se poi capita che ci sia qualcuno che incidentalmente la beve, bene. Se poi qualcuno si accorge che quell’acqua è anche molto buona e ne fa parola con altri, tanto meglio. Se poi l’acqua viene imbottigliata e venduta a caro prezzo alle masse… allora lo scrittore può sfoderare la carta della soluzione Due. Ma la verità è che chi scrive è perchè vuole farlo.
Pertanto questo blog non avrà un tema specifico, ma conterrà i vaneggiamenti della sottoscritta, a proposito di qualsiasi cosa le capiti in mente; e se non le capiterà nulla in mente, ci sarà zio Google a dare qualche spintarella da una parte all’altra. L’importante è allenarsi.
E stappiamo questa sorgente, allora. E se volete bere, accomodatevi pure.
Annunci

Una risposta a “Il Perchè di questo blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...